Pamela: pm, escluse antropofagia o mafie

"E' destituita di ogni fondamento la notizia relativa all'assenza di significative parti del corpo di Pamela Mastropietro, che sono state nella stragrande maggioranza recuperate e ricomposte in occasione degli accertamenti medico-legali eseguiti dal prof. Mariano Cingolani". Lo precisa il procuratore di Macerata Giovanni Giorgio. Al momento - aggiunge - sono "da escludere assolutamente" l'ipotesi di "antropofagia" e di "riti voodoo connessi al decesso". La 18enne romana, "a dire del consulente medico-legale prof. Cingolani - continua il procuratore - è stata ragionevolmente uccisa a seguito di azione criminale dolosa". E "non risultano, al momento, interferenze di organizzazioni criminali extracomunitarie nella vicenda criminosa". Le indagini sulla morte di Pamela intanto vanno avanti, in attesa dell'esito degli accertamenti tecnici sui telefoni e quelli scientifici del Ris previsti per la prossima settimana". Accertamenti anche sul telefono cellulare della compagna italiana di Innocent Oseghale.

Altre notizie

Notizie più lette

  1. CronacheMaceratesi
  2. CronacheMaceratesi
  3. MarcheNews24
  4. PicenoTime
  5. Perugia Today

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Sefro

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...

    */